UOSD Preospedalizzazione e Gestione dei Trasporti

L’Unità Operativa Preospedalizzazione e Gestione dei Trasporti è una struttura semplice dipartimentale afferente al Dipartimento dei Servizi sanitari ed Amministrativi.

Informazioni generali sull’Unità Operativa

La preospedalizzazione chirurgica (P.O.C.) risponde ad un modello organizzativo, svolto in alternativa al ricovero tradizionale, finalizzato alla gestione clinica, medico-legale e amministrativa della fase precedente l’intervento chirurgico elettivo (non urgente) del paziente per il quale l’indicazione all’effettuazione dell’intervento chirurgico è già stata presa a livello ambulatoriale e per il quale non occorrono approfondimenti diagnostici ulteriori al fine di determinare la modalità chirurgica dell’intervento. Le prestazioni strettamente e direttamente correlate al ricovero programmato, preventivamente erogate al paziente dalla medesima struttura che esegue il ricovero stesso, sono remunerate dalla tariffa onnicomprensiva relativa al ricovero e non sono soggette alla partecipazione alla spesa da parte del cittadino. I relativi referti devono essere allegati alla cartella clinica che costituisce il diario del ricovero (l. 662/96). Finalità della Preospedalizzazione sono: Contenimento/riduzione delle giornate di degenza preoperatoria con maggiore efficienza nella gestione dei posti letto; migliore programmazione delle sedute operato-rie di chirurgia elettiva;miglioramento degli indici di utilizzo dei posti letto; possibilità di introdurre protocolli e linee guida che uniformino i criteri per l’indicazione degli esami di laboratorio, degli esami strumentali e delle visite specialistiche.Pertanto in previsione di un intervento chirurgico programmato, la degenza può essere preceduta dal prericovero che, riducendo il periodo di degenza, ha lo scopo di concentrare in uno – due accessi ambulatoriali tutte le prestazioni e le visite necessarie finalizzate all’ottenimento del nulla osta anestesiologico.

Modalità di accesso: Il servizio di Preospedalizzazione svolge la propria attività i giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.00.In genere per il paziente è sufficiente un solo accesso che occupa la mattina e parte del pomeriggio (non oltre le ore 17.00). Si accede al servizio dopo essere stati visitati da un chirurgo delle Unità operative afferenti che provvede a compilare la base di ricovero e la consegne all’Ufficio Ricoveri. L’ufficio Ricoveri inserisce i pazienti in una lista d’attesa che può essere visionata dai medici delle Unità operative afferenti che evidenziano i nominativi dei pazienti per i quali è possibile effettuare la Preospedalizzazione. Il personale del Servizio di Preospedalizzazione contatta telefonicamente gli utenti, ai quali viene comunicato la data e l’ora di accesso. In tale occasione vengono fornite le indicazione sullo svolgimento della giornata. Il giorno d’ingresso viene redatta la cartella clinica con tutti i dati anagrafici del paziente e l’anamnesi. Il giorno stesso, al termine della visita anestesiologica, la cartella clinica completa dei referti delle indagini e della cartellina anestesiologica, viene consegnata al reparto.

Il giorno della visita e all’ora prefissati, il paziente deve:

  • presentarsi con un documento valido
  • presentarsi a digiuno (per il prelievo di sangue)
  • portare l’elenco dei farmaci che assume a domicilio
  • portare esami ematochimici e/o diagnostici che possiede (radiografie, elettrocardiogramma, ecocardiogramma ecc.)

L’organizzazione della giornata di Preospedalizzazione prevede:

  • Registrazione dei dati anagrafici;
  • Esecuzione di prelievo ematico e misurazione parametri vitali (es pressione arteriosa);
  • Svolgimento di esami diagnostici (ECG, Radiografia del torace se necessario ecc…)
  • Svolgimento di visite mediche finalizzate all’ottenimento del nulla osta anestesiologico all’intervento.

Al termine dell’accesso in Preospedalizzazione viene consegnato al paziente un modulo informativo relativo alle norme di comportamento da rispettare prima del ricovero.

 

Sede: Padiglione Gaetano Rummo, primo piano